Barcellona inconsueta ma sempre comoda

Barcellona: archivio della cortesia, albergo dei forestieri, ospizio dei poveri. Così scriveva Cervantes nel suo Don Chisciotte, e davvero non è possibile immaginare una sintesi più convincente.È la seconda città della Spagna per numero di abitanti e tuttavia può vantare caratteristiche e primati che la rendono alla pari con la capitale Madrid. Andare a Barcellona significa essere in un luogo dove la sapienza della marineria ha permesso di conoscere il mondo prima di molti altri luoghi. Barcellona è nota per i suoi monumenti, così come la sua struttura urbana. Le ramblas, il Barrio Gotico, El Raval, la Barceloneta, il quartiere modernista con la Sagrada Familia e il Parco Guell sono descritti in numerose guide e diari di viaggio. Io e i miei ragazzi ci siamo lanciati invece alla scoperta di una Barcellona meno nota e che meritano la vostra curiosità.

Plaça de Sant Felip Neri. La trovate tra l’Episcopio la Carrer de Sant Sever. È una piccola piazza dove è ancora oggi possibile trovare i segni terribili della guerra civile. Sono numerosi infatti i segni delle mitragliatrici e delle granate esplose che uccisero i molti bambini che avevano cercato rifugio proprio nella chiesa di San Filippo Neri. Per ironia della storia, oggi nella piazza si trova una scuola d’infanzia.

La Boqueria. Situato lungo la Rambla, facile da raggiungere se state andando al Barri Gotic. È il mercato più emblematico di tutta Barcellona: di qualsiasi voi abbiate bisogno, qui lo troverete. Dalla frutta esotica alla carne più ricercata, dal pesce sempre fresco alle tapas più succulente. Ma quello che più ci ha colpiti è la grande varietà di tipi umani, di volti curiosi, di atteggiamenti ed espressioni autentici. E un’architettura di suoni imponente ma non fastidiosa. Si fa davvero fatica a uscire dalla Boqueria!

Museo de los autómatas. Quando mi sono diretta verso questo museo singolare mi aspettavo di trovare qualcosa di sorprendente. È situato nella magnificenza del Parco del Tibidabo. Si tratta della collezione più importante al mondo di automi, tutti del XIX e del XX secolo. Molti sono ancora in perfetto stato di conservazione. Commuove vedere quanto sia longevi questi manufatti considerando l’obsolescenza programmata degli oggetti di oggi. Il fascino che esercitano gli automi senza tempo è assoluto, e non potrò mai dimenticare l’incanto negli occhi di Francesco ed Eleonora.

Nota comoda e buona. Il ristorante A l’estrema Galega, Carrer de Rosalia de Castro 26. Ottimo ristorante di pesce, neanche caro. Il mio preferito a Barcellona.  Pesce eccellente e servizio simpatico e cordiale.

English version

Barcelona: courtesy archive, stranger’s hotel, hospice of the poor. So Cervantes wrote in his Don Chisciotte, and it is not possible to imagine a more convincing synthesis. It is the second city of Spain for the number of inhabitants, yet it can boast features and primates that make it equal with the capital of Madrid. Going to Barcelona means being in a place where the wisdom of the navy has allowed the world to know before many other places. Barcelona is known for its monuments, as well as its urban structure. The ramblas, the Gothic Quarter, El Raval, Barceloneta, the modernist neighborhood with the Sagrada Familia and the Guell Park are described in numerous travel guides and diaries. My kids and I started off to discover a less well-known Barcelona and deserve your curiosity.

Plaça de Sant Felipe Neri. You find it between the Bishopric Carrer de Sant Sever. It is a small square where it is still possible to find the terrible signs of civil war. There are many signs of machine grenades and exploded grenades that killed the many children who had sought shelter right in the church of San Filippo Neri. Ironically, in the square today there is a kindergarten.

La Boqueria. Located along the Rambla, easy to get to if you are going to the Barri Gotic. It is the most emblematic market in Barcelona: whatever you need, here you will find it. From exotic fruit to the most sought-after meat, from always fresh fish to succulent tapas. But what most affected us is the great variety of human types, curious faces, attitudes and authentic expressions. It’s an imposing but not annoying sound architecture. It’s really hard to get out of Boqueria!

Museo de los autòmatas. When I headed for this singular museum I expected to find something amazing. It is located in the magnificence of Tibidabo Park. It is the world’s most important automotive collection, all of them from the 19th and 20th centuries. Many are still in perfect state of conservation. You see how long these artifacts are long considering the programmed obsolescence of today’s objects. The charms of timeless automata are absolute, and I will never forget the enchantment in the eyes of Francesco and Eleonora.

Comfortable and good note. The restaurant A L’estrela Galega, Carrer de Rosalia de Castro 26. Great fish restaurant, not even expensive. My favorite in Barcelona. Excellent fish and friendly and friendly service.
_MG_4692x.jpg_MG_4698x.jpg_MG_4808x.jpg_MG_4816x.jpg_MG_4814x.jpg_MG_4820x.jpg_MG_4789x.jpg_MG_4773x.jpg_MG_4827x.jpg_MG_4788x.jpg_MG_4729x.jpg_MG_4699x.jpg_MG_4708x.jpg_MG_4710x.jpgSchermata 2017-10-11 alle 19.35.32.jpgSchermata 2017-10-11 alle 19.37.44.jpgDSC_2361.jpgDSC_2511.jpgmonyos.jpg

america 059.jpeg

Barcellona Barcelona Cibo Città Comfort Comodità Curiosità España Food Restaurant Ristorante Spagna Spain Town Travel Viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: