Comfortable Pompei

Se nelle città del mondo vivono gli uomini, a Pompei vive il tempo.

Com’è noto, nel 79 d.C., il Vesuvio distrusse Pompei, Ercolano, Stabia, Oplontis. E da quel momento, a Pompei, ha iniziato a vivere il tempo senza più esseri umani. Un luogo prezioso e unico al mondo su cui moltissimo è stato detto e molto ancora si potrebbe ancora dire. Le ricerche e gli scavi sono tuttora in corso e ci restituiscono continuamente novità sorprendenti. Visitare Pompei è entrare nella storia senza usare alcun libro. È conoscere la vita dei suoi abitanti appena prima del disastro che strappò tutti loro alla vita. Potrete ammirare le loro case, con i meravigliosi mosaici, i magnifici dipinti, le terme, la palestra grande, la bellissima Via dell’Abbondanza, dove gli abitanti commerciavano i loro beni, i meravigliosi templi e tanto altro ancora. Ma quello che resterà per sempre nella vostra memoria sono i calchi delle persone «dormienti da duemila anni». Ci ha impressionato vedere nei loro volti le smorfie di dolore e i gesti dei loro ultimi istanti di vita. Francesco ed Eleonora sono stati molto rapiti,  soprattutto quando si sono trovati davanti ai corpi dei bambini. I loro ipotetici compagni di giochi di tanto tempo fa.

Chi ha detto che viaggiare comodi non sia compatibile con l’archeologia? È importante ribadire che la comodità cui mi riferisco non è ricerca del lusso, ma conoscere il mondo senza inutili complicazioni. Ed è possibile quindi trovarsi a Pompei in maniera ‘comoda’, seguendo quattro piccoli consigli.

1. Non portate libri, miniguide, audioguide, libri ingombranti al seguito. Non accettate la prima guida che vi si propone. Molte sono abusive e possono chiedervi prezzi stratosferici. Meglio lasciarsi  attraversare dalla bellezza del luogo concentrando la vostra attenzione su quello che vedete. Non sprecate il tempo scattando immagini su immagini: esistono già milioni di riproduzioni fotografiche di ogni pietra di Pompei. Affidatevi ai vostri occhi e ricorderete molto di più!

2. Come arrivare a Pompei: Da Napoli, molto comoda è la Circumvesuviana che in mezzora vi porta a destinazione senza noleggiare inutilmente automobili. Prima di recarvi a Pompei, Ercolano o gli altri siti dell’area, è  molto utile andare nel sito ufficiale del Parco Archeologico di Pompei  per scaricate le planimetrie aggiornate, o prendetele all’ingresso degli scavi. Saranno le sole cose davvero utili durante la vostra visita. Non è possibile ovviamente pretendere di vedere tutto in un solo giorno, ma se vorrete avere una prima idea di Pompei sappiate che dovrete percorrere circa undici chilometri lungo le strade della città, per un totale di circa di ventimila passi. Consiglio di proporzionare la visita in base alle vostra resistenza: troverete nelle mappe ufficiali la possibilità di optare per itinerari parziali evitando di stancarsi eccessivamente.

3. Munirsi dell’abbigliamento giusto. Usate scarpe comode e che non temano la polvere. Non dimenticate di dare sempre un’occhiata a dove mettete i vostri piedi! Uno zainetto con piccole provviste di acqua vi servirà, anche in inverno. Non trascurate questo aspetto: distratti dalla bellezza imponente dei luoghi, si finisce con l’essere disidratati.

4. È vero, la tentazione di una foto ricordo con i nostri cari è innegabile. Ma, come avrebbero detto a Pompei, est modus in rebus (c’è un modo per tutte le cose). Ci troviamo in un luogo dove sono morte circa quindicimila persone nella maniera più spaventosa, cerchiamo di ricordarcene quando sorridiamo. Facciamolo, ma con il rispetto che si deve.

Comfortable Pompei

If people live in the cities of the world, in Pompeii lives the time.

In 79 AD Vesuvius destroyed Pompeii, Herculaneum, Stabia, Oplontis. From that moment, in Pompeii began living time without any humans. A precious and unique place in the world on which much has been said and much more could still be said. Research and excavations are still underway and we are constantly returning surprising news. Visit Pompeii is to enter history without using any book. We can know how his inhabitants live just before the disaster that ripped them all to life. You can admire their homes, with the wonderful mosaics, magnificent paintings, spas, the great gym, the beautiful Street of abbondanza, where the inhabitants traded their goods, the wonderful temples and much more. But  in your memory will forever remain the cast of people who are “dormant for two thousand years.” It was impressed to see in their faces the grimace of pain and the gestures of their last moments of life. Francesco and Eleonora were very abducted, especially when they were in front of the bodies of the children. Their hypothetical friends of  long time ago.

Who said comfortable traveling is not compatible with archeology? It is important to emphasize that the comfort is not online The lux but it is know the world without unnecessary complications. And then it is possible to find Pompei in a convenient way, following four small tips.

1. Do not bring with you books, minor, audioguides, bulky books. Do not accept the first guide you propose. Many of them are abusive and They may Ask you stratospheric prices. Better let yourself go through the beauty of the place by focusing your attention on what you see. Do not waste your time by taking pictures of images: there are already millions of photographic reproductions of each Pompei stone. Trust yourself in your eyes and you will remember much more!

2. How to get to Pompeii: From Naples, the Circumvesuviana us very convenient. In half an hour it brings you to your destination without unnecessarily renting cars. Before you go to Pompeii, Herculaneum or other sites in the area, it’s very useful to go to the official site of the Pompeii Archaeological Park to download the upgraded planes, or take them to the entrance to the excavations. The Only things will be really useful during your visit. It’s impossible to see everything in a single day, but if you want to have a first idea of ​​Pompeii you have to know you will walk about eleven kilometers along the streets of the city for a total of about twenty thousand steps. I advise you to proportionate your visit based on your resistance: you will find in the official maps the option  for partial itineraries.

3. Use comfortable shoes that don’t fear dust. A backpack with small water supplies will serve you even in the winter. Do not overlook this aspect: distracted by the imposing beauty of places, it ends with being dehydrated.

4. True, the temptation to remember a photo with our loved ones is important. But, as they would say in Pompeii, est modus in rebus (there is a way for all things). We are in a place where about fifteen thousand people have died in the most scary way, we try to remind you when we smile. Let’s do it, but with the respect we have.
Schermata 2017-10-09 alle 17.03.13.png2017-10-09 14.43.22.jpg2017-10-09 14.43.16.jpg2017-10-09 14.43.28.jpg 

Città Comfort Comodità Curiosità Italia Italy Paesaggio Pompei Pompeii Town Travel Viaggio

2 Comments Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: